Piccolo vademecum per scegliere i mercatini e organizzare l’allestimento

Laura Anna Abelli di Vivere a piedi nudi propone il suo piccolo vademecum sugli eventi handmade includendo i suoi suggerimenti sulla scelta del market giusto, sull'allestimento e su come prepararsi prima e durante l'evento.

Ti segnaliamo anche una guida ancora più dettagliata e piena di immagini nel suo sito, con i link alla prima e seconda parte.

 

Vivere a piedi nudi su Man Mano 

Sono passati 3 anni esatti dal mio primo mercatino assieme all’idraulico Tu.Bi. Design e abbiamo girato il Nord Italia montando la bancarella nelle sagre di paese fino ai market superfighi di handmade e autoproduzione, in location altrettanto superfighe. L’esperienza sul campo non manca e spero di potervi dare qualche dritta e consiglio pratico se anche voi volete iniziare a frequentare questo variegato e divertente mondo ricco di meraviglia!

Fondamentale: scegliere il market/mercatino giusto a cui partecipare!

Dietro alla scelta del mercatino c'è un grosso lavoro di valutazione e moltissimo tempo passato a sbuffare cercando di soppesare i pro e i contro!

I market superfighi in location superfighe spesso sono molto selettivi e di solito questo è sinonimo di alta qualità. Se non vieni selezionato, non disperare: a volte gli organizzatori fanno una cernita dei creativi in modo da offrire ai visitatori una varietà di prodotti esposti. Quindi, su 50 espositori, non selezioneranno 25 creativi che fanno bijoux ma cercheranno di offrire varietà.

Sono ben organizzati e promossi sui canali social, di solito hanno un costo elevato ma potrebbe valerne la pena, perché chi visita questi eventi va apposta per cercare handmade di qualità… potresti essere nel posto giusto per incontrare il tuo target o comunque persone che apprezzano i tuoi prodotti e il lavoro che c’è dietro!

Inoltre qui hai la possibilità di conoscere e farti conoscere dagli altri creativi, instaurare una rete di contatti, collaborazioni ma anche belle amicizie!

Se non sai come trovare questi market, puoi affidarti al comodissimo calendario che trovi sul sito Man-Mano.com e puoi vedere quali sono quelli frequentati dai creativi che ammiri.

Esiste poi una gran varietà di eventi, mercatini e fiere su strada che potrebbe valere la pena valutare e frequentare. Anche in questi casi potrebbe esserci una selezione per essere ammessi e potrebbero esserci costi elevati, andando di pari passo con la qualità dell’evento e dell’organizzazione. Molto spesso, però, potresti incontrare difficoltà nel reperire informazioni sul regolamento, orari di allestimento e disallestimento, necessità di permessi per accedere a zone a traffico limitato ecc. Non aver paura di fare una telefonata o di mandare una mail agli organizzatori, è sempre meglio chiedere.

Il mio consiglio è scegliere questi eventi in base a due principali fattori: se hanno un tema che è in linea con la tua mission e il tuo target oppure se hanno un buon afflusso di gente e una buona posizione.

Nel primo caso, se il tema dell’evento è in linea con il tuo stile, molto probabilmente saranno frequentati da persone interessate a quel tema e quindi avrai buona probabilità di incontrare il tuo target. Ad esempio, io che creo oggetti partendo da materiali di recupero trovo il mio target anche nei mercatini dedicati al biologico e all’agricoltura, perché frequentati da persone attente all’ecologia, sensibili e amanti della Natura.

Nel secondo caso, invece, le fiere generiche se organizzate in posizioni centrali (dove la gente passa comunque) oppure se ben conosciute, danno la possibilità di incontrare il target per una questione di grandi numeri: sarai avvantaggiata dal grande afflusso di gente e dalla buona posizione.

Naturalmente incognite e variabili sono sempre in agguato, in prima fila la questione meteo!

Anche per trovare questi eventi potete affidarvi al calendario di Man-Mano.com oppure al passaparola con gli altri creativi.

Io non disdegno nemmeno le piccole sagre di paese (di solito a costo zero o molto basso ma spesso disorganizzatissime e senza selezione… puoi trovarti di fianco a chiunque!) ma solo se voglio contribuire alla vita della mia piccola comunità oppure se organizzati da gruppi con scopi o con progetti che mi piacciono e ai quali voglio contribuire con la mia presenza. In questo caso, godiamoci la giornata senza troppe aspettative (ma non è detto che il risultato non sia sorprendente!).

Una volta scelto l’evento più adatto, bisogna partire preparati, sapendo cosa serve e come organizzare il proprio allestimento in modo che sia bello e accattivante.

Innanzitutto, accertarsi preventivamente con l’organizzazione su quali documenti siano necessari.
In secondo luogo, per chi è operatore dell’ingegno OPI (cioè chi espone e vende solo opere realizzate con le sue mani e dalla sua fantasia, senza P.IVA), è necessario avere sempre con se una dichiarazione sostitutiva dell'atto notorio ed un blocchetto di ricevute generiche (non fiscali) da rilasciare ad ogni vendita.

La famosa “tessera dell’hobbista”, invece, non è obbligatoria per gli OPI, ma solo per chi vende collezionismo e antiquariato senza P.IVA.

Una buona abitudine è quella di tenere a portata di mano i contatti degli organizzatori e i moduli di iscrizione, per non avere disguidi all’arrivo il giorno dell’evento, quando ti devono assegnare la postazione.

Prima dell’evento, è bene studiare lo spazio che si ha a disposizione per l’allestimento ed eventualmente fare delle prove. Molti market assegnano spazi ridotti e di dimensioni variabili, meglio aver fatto le prove a casa per avere ben chiaro come disporre i prodotti e come allestire, eviterai di perdere tempo sul posto in fase di allestimento!

A seconda dello spazio che hai a disposizione, decidi cosa esporre e cosa no. Il mio consiglio è di  scremare per evitare l'effetto accozzaglia di ogni genere che sembra buttato lì a caso, non è professionale ed è addirittura fastidioso per l'occhio di chi guarda

Curare l’estetica dell’allestimento è fondamentale, perché è il tuo biglietto da visita e la tua vetrina. Ancora prima di vedere i prodotti, le persone percepiscono tutta la struttura e il movimento che creano le attrezzature del tuo allestimento. Questo fa buona parte della forza attrattiva della tua esposizione.

Fai in modo di avere zone di esposizione in orizzontale ma anche in verticale per creare uno spazio che colpisca e che faccia venir voglia alle persone di avvicinarsi.
Scegli un allestimento in linea con il tuo stile e il tuo messaggio. Si possono usare tanti modi e oggetti per creare movimento sulla bancarella: scatole, cassette di legno, oggetti vintage e largo alla fantasia. Aggiungere una lanterna, una piantina o un vaso di caramelle da offrire a chi si ferma da te renderà la tua esposizione accogliente e viva!

Un altro aspetto fondamentale è porre attenzione alla disposizione dei prodotti sulla bancarella.
Potrebbe essere utile suddividere l'allestimento in zone "dedicate" alle diverse tipologie di prodotti ma con un trucco: esporre ogni tipologia di prodotto "un po' su e un po' giù", perché la gente spesso cammina con la linea visiva puntata sui tavoli e, anche se percepisce tutto l'allestimento, molto spesso non vede quello che è esposto in verticale, mentre invece alcuni notano solo quello che è in alto.
Così se ti accorgi che qualcuno è interessato ad un prodotto puoi dirgli "ne trova altri esposti qui".

Un consiglio utile è invece di predisporre una zona comoda dove potrai confezionare le tue creazioni.
Io per esempio, ho organizzato una piccola scatola in cui tengo i sacchetti di diverse dimensioni, washi tapes, nastro, perforatrice e forbice. Così ho tutto subito a portata di mano

Anche il modo in cui ti poni verso le persone è fondamentale, cerca di mantenere  il contatto visivo, fai un sorriso gentile, un cenno o un saluto ma cerca di essere discreta e di non proporre i tuoi prodotti. Lascia la gente libera di osservare e se vedi che guarda con interesse puoi renderti disponibile. Insomma, gentilezza prima di tutto!

Ultima cosa: portati qualcosa da fare nei tempi morti oppure approfitta per visitare gli altri espositori e lascia i tuoi problemi a casa… no lamentele e musi lunghi, solo sorriso e positività!

IMG 1647

Scritto da Laura Anna Abelli
Vivere a piedi nudi
Sito Web  Facebook Instagram

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cos'è Man-mano.com

Man-mano è un sito dedicato agli eventi handmade: a chi espone, a chi visita e a chi vorrebbe saperne di più. Il calendario raccoglie tutti gli eventi più interessanti, con la data dei bandi e con la possibilità di vedere a colpo d'occhio cosa succede nella propria zona e quando.

Man-mano è anche una community: un posto dove potersi fare pubblicità, stringere collaborazioni e imparare dagli altri artigiani.

Aiuta Man Mano!

Potete supportare il progetto di Man Mano condividendolo nel vostro sito/blog!  

Man Mano raccoglie gli eventi handmade in Italia

Man Mano raccoglie gli eventi handmade in Italia

Ultimi eventi

16 Dic 2017 - Vicenza
Unico il Mercato del Fatto a Mano - Edizione Natalizia
16 Dic 2017 - Lambrate
Il Sabato di Lambrate * 2017 - Christmas Edition!
03 Dic 2017 - Milano
Cotton Xmas Market
02 Dic 2017 - Firenze
Natale In Villa
man-mano.com utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy.